Torna Indietro                 Ricerca



1:05 PM, Sunday, 21 / 10 / 2018,

Il Benchmark

Indici dei fondi comuni: il benchmark dichiarato,  di categoria, azionario e Price .

    La CONSOB obbliga le SICAV e le società di gestione ad indicare sui prospetti informativi dei parametri oggettivi di riferimento per confrontare i rendimenti. Questo parametro prende il nome di benchmark dichiarato .
    Per gli investitori , il benchmark dichiarato, è un parametro (indice) trasparente per capire gli eventuali rischi e benefici.
    Alcuni indici benchmark sono :

  1. COMIT;
  2. MIBTEL.

    Oltre al suddetto indice esistono anche i benchmark di categoria. Il benchmark di categoria non è un indice ma un indicatore di rendimento in una singola categoria di prodotti finanziari, calcolata con criteri predefiniti. Tali indici purtroppo, spesso vengono utilizzati per calcolare le commissioni di incentivo di fondi di gestione.

    Sia il benchmark dichiarato che il benchmark di categoria sono indici monetari relativi all' euro. Spesso può accadere che i fondi comuni possono sovraperformare l'indice di categoria ed allo stesso tempo sottoperformare il benchmark dichiarato .

    Sicuramente il parametro migliore per per confrontare l'investimento è l'indice di mercato (benchmark dichiarato). Per meglio valutare il rendimento del fondo bisogna valutare :

  • la tassazione o proventi  (cedoli o dividendi). Nei fondi comuni di diritto italiano, a differenza di altri, la tassazione avviene per compensazione e non per cassa; cioè il valore netto del fondo (NAV) è calcolato al netto della tassazione che generalmente matura sui profitti.

    Per confrontare il benchmark dichiarato con il NAV è necessario effettuare una "LORDIZZAZIONE" del fondo italiano alla "NETTIZZAZIONE" del parametro confrontativo.

    Quasi tutti i benchmark azionari sono price (indici di prezzo) e per questo quando si staccano i dividendi i valori corrispondenti non influiscono sul rendimento dell' indice (è come se andassero perduti).
    Gli indici GROSS o TOTAL RETURN si contrappongono all' indice price perchè i proventi staccati dai titoli vengono tenuti di conto per il calcolo dell' indice (i benchmark obbligazionari o monetari ne fanno parte).
    Una soluzione ottimale per per un confronto degli indici è quello di ipotizzare il reinvestimento dei proventi per l'indice e per il fondo così da eliminare la distanza temporale (Asincronia) causata dai diversi momenti di stacco dei proventi. L'indice FIDEURAM AZIONARIO EUROPE è formato dalla media dei fondi (categoria assogestione fondi azionari Europa) ma non è considerato un indice di mercato, mentre l'indice MSCI Europe lo è (indice di tipo price). Il MSCI Europe Gross Dividend invece è la versione Total Run.
    Nel lungo periodo la differenza tra Benchmark Total e il Benchmark Price è un fattore fondamentale da calcolare. Basti pensare che il valore del dividendo medio staccato annualmente in Italia è vicino la 3% . Globalmente nell' ultimo quinquennio il rendimento MSCI WORLD PRICE (in Euro)  è stato uguale a -14,77%., mentre quello MSCI WORLD GROSS (in Euro) è stato uguale a -5,7% con l'unica differenza causata dai dividenti.

Dati dell'anno 2006.

Orari Contrattazioni Borsa Italiana di Milano (Piazza Affari)


Grafico Storico azioni benchmarkfondi
www.intesatrade.it



torna su

Promozione Servizi Finanziari  - Mercati azionari - Mercati finanziari - Investimenti immobiliari
 

I dati relativi ai profili aziendali sono riferiti al 28/08/2007 e non rappresentano informazione sufficienti per operare in Borsa. Altresì i dati riportati NON costituiscono le quotazioni ufficiali delle azioni della Borsa Italiana di Milano (Piazza Affari), comparto Real Estate (Immobiliare)